Menu

6/7 giugno 2015

Campionati italiani Fikta

Anche quest'anno, come ormai da tradizione, la nostra scuola ha avuto il privilegio di partecipare ai Campionati Italiani, tenutisi il 6 e 7 giugno a Salsomaggiore Terme.
Questo particolare e unico evento vede come protagonisti centinaia di karateka, provenienti da ogni parte d'Italia, contendersi il titolo nelle diverse specialità della disciplina, dopo un'accurata selezione a livello regionale.

Sono giornate molto importanti per i giovani agonisti, che devono riuscire a superare le proprie paure e dimostrare quanto allenato e appreso durante tutto l'anno.
Non è sempre semplice cogliere il risultato sperato, ma è comunque una grande emozione vedere il coraggio con cui i giovani karateka affrontano la gara e il confronto con gli altri, ma prima di tutto con loro stessi.

Diversi sono gli atleti che rappresentato la nostra scuola in questa competizione ogni anno e sempre con ottimi risultati.
La loro partecipazione e di conseguenza dura preparazione, durante tutto l'anno, sono da esempio per ogni allievo del dojo che è così spronato ad allenarsi duramente e migliorare sempre più per raggiungere i livelli richiesti in una competizione nazionale, come d'altra parte il costante impegno e la forza di ognuno sono da ispirazione per ogni agonista che deve affrontare una gara così importante.

Scrive così Serena Santangelo, cintura nera del dojo, della sua esperienza ai campionati italiani di quest'anno:

"ho avuto l'onore di rappresentare la mia scuola in questa importante competizione e con l'aiuto delle mie due amiche e compagne di squadra siamo riuscite a qualificarci al secondo posto del podio italiano nella specialità di "kata a squadra".
Personalmente sono molto soddisfatta del risultato ottenuto, non nascondo che la preparazione sia stata molto dura e impegnativa sia dal punto di vista fisico che mentale, diversi sono stati infatti i momenti di insicurezza e talvolta di sconforto, ma grazie all'aiuto delle mie compagne di squadra e del Maestro Alfio sono riuscita a superarli e ad affrontare al meglio la gara.
Determinante è stato il ruolo di quest'ultimo che per primo ha creduto nelle mie capacità e ha sostenuto me e tutta la squadra mostrando sempre grande entusiasmo e soprattutto disponibilità sia nella fase di preparazione che di gara. Altrettanto importante è stato il supporto di tutti i miei compagni di dojo, i quali con il loro impegno e la loro forza mi sono stati da esempio e sono riusciti a trasmettermi la carica necessaria per affrontare la competizione con il giusto spirito. Oss!"

Si ringrazia l'Associazione Culturale Kokoro International, per le immagini, la documentazione e il supporto fornito.